Risotto al Nergi® e scalogno caramellato

L’idea di preparare un Risotto al Nergi® era sempre in testa da quando mi sono approcciata a questo fantastico frutto. Finalmente ieri è stata l’occasione adatta per provare un accostamento che se per molti potrebbe essere azzardato, l’ho sempre immaginato perfetto per i contrasti di sapori che si sarebbero andati a creare una volta in bocca. Nergi® e scalogno caramellato, insieme per un matrimonio gustoso in un risotto in stile piacentino che nel blog ho già proposto.

IMG_4623

Il protocollo (per 4 persone):

  • 240 g di Riso Padano (specie Japonica) o Vialone Nano;
  • 12 Nergi®;
  • 4 scalogni Piacentini grandi;
  • 350 g di Cacio del Po;
  • 50 g di burro (per me a ridotto contenuto di lattosio);
  • brodo di carne già preparato in precedenza;
  • 2 cucchiai di succo cotto di mele;
  • 2 cucchiai di zucchero per la caramellizzazione;
  • olio evo ligure/gardesano q.b. per la tostatura del riso.

La procedura:

  1. Mettere i Nergi® in freezer la sera prima, perchè così facendo è facilitata la sbucciatura del frutto.
  2. Preparare il brodo di carne utilizzando la classica ricetta e secondo i propri gusti (con un tipo o più tipi di carne), filtrarlo e trasferirlo in una casseruola mantenendolo sempre in caldo.
  3. Lavare e affettare gli scalogni.
  4. In una casseruola antiaderente rosolare gli scalogni con un filo d’olio e una volta leggermente dorati versare 1 bicchiere di acqua fredda e chiudere il coperchio fino ad appassimento.
  5. Aggiungere lo zucchero e il succo cotto di mele e lasciar caramellare senza che il sughetto si asciughi troppo. Tenere da parte.
  6. In un’altra casseruola iniziare a tostare il riso con 2-3 cucchiai d’olio evo e appena si inizia a sentire il profumo di pane appena tostato iniziare a versare qualche mestolo di brodo e continuare la cottura aggiungendo il brodo (sempre un po’ per volta) quando sembra asciugarsi.
  7. Sbucciare i Nergi® e frullare la polpa.
  8. A circa 8 minuti dalla fine aggiungere gli scalogni caramellati e mescolare in modo da cercare di distribuire in tutto il risotto.
  9. A 3 minuti dalla fine spegnere il fuoco e aggiungere la polpa di Nergi®, mescolando accuratamente.
  10. Mantecare il risotto dapprima col burro e poi con il Cacio del Po grattuggiato al momento (con grattugia a fori larghi).
  11. Friggere le bucce dei Nergi® con poco burro in pentolino antiaderente e utilizzarle come decorazione per il piatto.
  12. Servire subito accompagnando con un buon bicchiere di Malvasia dei Colli Piacentini.

Con questa ricetta partecipo al contest “Anche io… SUPER NERGI”

NERGI_generale_logo

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.