La tisana si mangia

La tisana si mangia. Vi hanno mai offerto una tisana da mangiare? Perchè solo berla se possiamo farla diventare una buonissima crema?

Le tisane sono una preparazione liquida che si realizzano per infusione (o altri metodi) in acqua calda di erbe o spezie. Nel linguaggio scientifico, la tisana viene definita come “soluzione acquosa diluita di sostanze medicamentose, formate da fitocomplessi, da utilizzarsi per via orale”. Si prepara con una o con più erbe fra loro a patto che siano o tutte erbe fresche o tutte secche.

A questa bevanda associamo un momento di relax oppure la necessità di risolvere qualche piccolo problema stagionale come lievi raffreddori o meglio ancora come digestivi. Fatto sta che letisane sono generalmente gradevoli di gusto e possono essere bevute sia calde che fredde.

Però possono diventare anche uno degli ingredienti per una cucina semplice, sana e leggera. Per esempio potreste stupire i vostri ospiti offrendo loro una tisana da… mangiare. In questa ricetta, infatti, la tisana può diventare una crema per farcire dei vol-au-vent (oppure bignè o crostate) ma questa crema può essere gustata anche da sola fresca come una merenda o dopocena leggeri oppure ancora spalmata su pane o fette biscottate. Questa crema alla tisana è senza glutine e senza lattosio, ha pochissimi ingredienti e quindi adatta davvero quasi a tutti, ad eccezion fatta per chi ha determiniate allergie al polline delle specie floreali presenti nella miscela.

Ingredienti:

  • 500 mL di acqua
  • 2 cucchiaini di Infuso floreale SAUT Cercivento (calendula, fiordaliso, malva, sambuco, monarda, rosolaccio)
  • 50 g di amido di mais o di riso
  • 80 g di zucchero mascobado
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo)
  • Pasta sfoglia (già pronta o fatta in casa) senza glutine
  • Zucchero a velo q.b.
  • Bevanda vegetale di riso q.b.

Procedimento:

Scaldare l’acqua, aggiungere in una tazza capiente i fiori per l’infuso e l’acqua calda e lasciare infondere per 5-8 minuti, avendo l’accortezza di coprire con coperchio per evitare che l’aroma si perda nell’aria. Filtrare la soluzione acquosa dai fiori e lasciare raffreddare a temperatura ambiente.

In una casseruola mescolare con una frusta l’amido e lo zucchero e pian piano a filo aggiungere la tisana fino ad amalgamare tutti gli ingredienti insieme ed evitare i grumi. Se gradito, aggiungere anche l’estratto di vaniglia per aggiungere aroma.

Portare sul fornello a fuoco dolce e mescolare con la frusta finché la crema non si addensa. Chiudere il fuoco e lasciare intiepidire.

Nel frattempo si preparano i vol-au-vent intagliando la pasta sfoglia con coppa-pasta rotondi (il diametro a piacimento). Alcuni cerchi di pasta costituiranno le basi dei vol-au-vent che verranno adagiati su su leccarda rivestita di carta da forno e bucherellati con i rebbi di una forchetta per non farli gonfiare durante la cottura (un pochino lo faranno lo stesso, basta poi una volta raffreddati spingere la sfoglia rialzata in basso). Gli altri cerchi andranno nuovamente intagliati al centro con un coppa-pasta di dimensioni più piccole e questi verranno sovrapposti alle basi spennellati leggermente con della bevanda vegetale per facilitare l’adesione. Cuocere i vol-au-vent in forno preriscaldato a 180°C in modalità ventilata per 10-15 minuti e poi, una volta sfornati, lasciar raffreddare completamente.

Trasferire la crema di tisana in una sac-a-poche e riempire i vol-au-vent, decorandoli prima di servire con zucchero a velo e i fiori secchi della tisana utilizzata.

La ricetta si può trovare anche a questo link.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.