Pepite di mais e semi di papavero

Nella mia cucina ho sempre qualcosa da riciclare, in questo caso della polenta avanzata. Sistemando la dispensa è saltato fuori un sacchetto di semi di papavero e finalmente mi decido a provarli!

I semi di papavero vengono impiegati come rimedio naturale contro lo stress e l’ansia poichè esplicano un effetto rilassante. Ha un buon contenuto di calcio e di manganese, contribuendo al benessere del sistema osseo (soprattutto per il sesso femminile dopo la menopausa) il primo e agendo da antagonista sull’azione dannosa dei radicali liberi il secondo, contribuendo inoltre a tenere sotto controllo i livelli di glicemia. Per il loro contenuto in fitosteroli, i semi di papavero sono un buon aiuto per la regolazione dei livelli di colesterolo.

Il risultato del connubbio tra polenta e semi di papavero è questo…

SAM_9684

Il protocollo:

  • polenta di mais avanzata;
  • panna di soia;
  • farina di ceci con acqua per la pastella;
  • curry e curcuma in polvere q.b.;
  • sale i q.b.;
  • farina di mais tostata;
  • semi di papavero;
  • olio di mais per friggere.

La procedura:

  1. Frullare in un mixer la polenta con 1 cucchiaio colmo di panna di soia.
  2. Versare il composto in una ciotola, aggiungere il curry, la curcuma e il sale iposodico e mescolare; aggiungere la pastella (fatta con 1 cucchiaio abbondante di farina di ceci e 2 cucchiai di acqua) e un cucchiaio di farina di mais tostata e amalgamare.
  3. Da questo composto ricavare delle palline  grandi quanto un guscio di noce intero, impanare con un mix di farina di mais tostata e semi di papavero.
  4. Friggere in un pentolino con olio di mais finchè non diventano dorate e farle asciugare su carta assorbente.
  5. Servire accompagnadole con le salsine che si preferiscono, io con la salsa inglese HP.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta

banner-raccolta

Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Pepite di mais e semi di papavero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.