Sapori di montagna: Polenta con Camoscio d’oro e funghi porcini

Dopo un’ottimo pranzo domenicale da amici, dove ho avuto la sorpresa di poter mangiare una fetta di panettone e non sentirmi male (i panettoni artigianali fatti con pasta madre sicuramente sono una cosa diversa da quelli industriali), per cena volevo un qualcosa che saziasse e scaldasse e solo una polenta ha questo potere su di me! Stavolta ho voluto sperimentare come condimento una fonduta di Camoscio d’oro, che alla lontana somiglia al Brie francese ma il sapore… mille volte migliore! Una prova a crudo mi ha permesso di constatare che anche questo formaggio riesco tranquillamente a tollerare senza assunzione di tilattasi, quindi promosso in pieno tra le mie ricette anche in un prossimo futuro (senza abusare, ovviamente). Il tutto arricchito e profumato da fettine di funghi porcini (e leviamoci lo sfizio!).

SAM_9675

Il protocollo:

  • farina di mais per polenta bergamasca;
  • brodo vegetale (acqua + dado vegetale autoprodotto);
  • una fetta di Camoscio d’oro;
  • 50 g di funghi porcini affettati surgelati;
  • olio evo;
  • Vinchef;
  • dado vegetale autoprodotto;
  • panna di soia (Alpro);
  • prezzemolo e aglio granulare q.b.

La procedura:

  1. Preparare il brodo vegetale sciogliendo 1 cucchiaio di dado vegetale in acqua e portare ad ebollizione.
  2. Nel frattempo cuocere per un massimo di 10 min i funghi porcini soffriggendo l’olio con mezzo cucchiaino di dado vegetale, aggiungendo i funghi col prezzemolo e l’aglio granulare e sfumare alla fine con il Vinchef.
  3. Versare nel brodo la farina di mais e girare finchè non diventa densa, dopodichè chiudere il fuoco e tenere in caldo la pentola col coperchio chiuso.
  4. Mettere da parte i funghi e nel pentolino col condimento far fondere il Camoscio d’oro a fuoco basso con un cucchiaio di panna di soia; unire alla fine i funghi perchè la fonduta prenda anche il loro sapore.
  5. Impiattare la polenta e versare sopra il formaggio fuso con i porcini e buon appetito!
Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Sapori di montagna: Polenta con Camoscio d’oro e funghi porcini

  1. Concordo a pieno sui panettoni artigianali. Da quando li confeziona riesco a mangiarli anch’io!!!!! E poi mi sa che io e te abbiamo lo stesso cruccio: riuscire a cucinare e mangiare padano , senza mai dimenticare le proprie origini! Piatto delizioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.