Zuppa di bosco e di natura

Zuppa di bosco e di natura, una ricetta per la salute.

La salute dell’uomo dipende da sistemi alimentari sani, inevitabilmente. Da quando finalmente è stato capito che il binomio salute e cibo è inscindibile (e indiscutibile), c’è molta attenzione a cosa si mangia e come abbinarlo.

Il ruolo importante del cibo come prevenzione della malattia è stato a lungo indagato e affermato da molto tempo, soprattutto se andiamo ad analizzare i fitonutrienti degli alimenti di base vegetali. I cereali, per esempio, sono un’ottima fonte di carboidrati complessi e assicurano al nostro organismo un costante rifornimento di glucosio e perciò di energia, mentre invece i legumi si distinguono per la preziosa presenza di sostanze ad azione protettiva, prevalentemente antiossidante. Legumi e cereali possiedono anche un elevato contenuto in fibre che donano la sensazione di sazietà e contribuiscono a prevenire patologie quali dislipidemie lievi, diverticolosi del colon, stitichezza, sovrappeso o altre situazioni patologiche, come aterosclerosi, diabete, calcolosi della cistifellea, malattie dismetaboliche e tumori maligni dell’ intestino.

Nella Leucemia, invece, la relazione tra malattia e cibo è purtroppo meno evidente, ma ciò non significa che fare prevenzione con l’alimentazione o durante il percorso della malattia mangiare in modo sano non siano i presupposti per un benessere fisico e fisiologico, soprattutto quando è necessario affrontare la terapia per aiutare il proprio sistema immunitario.

È quindi necessario pensare alla preparazione di ricette che possano rispondere ai requisiti necessari per una giusta alimentazione. In questo caso ho scelto di preparare una zuppa, visto il periodo autunnale, di legumi e cereali a cui ho aggiunto delle note di oriente ispirandomi alla medicina (e cucina) orientale con l’utilizzo della curcuma, un antinfiammatorio naturale e antitumorale, e dei funghi shiitake, tra i funghi più consumati al mondo e ai quali vengono attribuite proprietà stimolanti delle difese immunitarie dell’organismo (in questo caso contro batteri e virus).

zuppa01_monica-martino

Il protocollo (per 4 persone):

  • 100 g di grano saraceno;
  • 100 g di piselli verdi spezzati;
  • 100 g di lenticchie rosse decorticate;
  • 6-8 funghi shiitake secchi;
  • 2 cucchiaini di dado vegetale autoprodotto;
  • 1 cucchiaino di miso;
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere;
  • olio evo q.b.;
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

 La procedura:

  1. Lavare distintamente cereali e legumi.
  2. Tenere in ammollo in acqua tiepida i funghi shiitake.
  3. In una casseruola (meglio se di terracotta) iniziare a far cuocere i piselli verdi spezzati in abbondante acqua. A metà cottura aggiungere le lenticchie decorticate e il grano saraceno, in quanto cuociono più in fretta.
  4. In seguito aggiungere il dado, il miso, il concentrato e l’olio e proseguire nella cottura.
  5. Dieci minuti prima di chiudere il fuoco, aggiungere i funghi shiitake tagliati a pezzetti o lasciati interi.
  6. Servire calda o tiepida, possibilmente in piatti di terracotta.

zuppa02_monica-martino

Con questa ricetta partecipo al concorso “Una ricetta per la salute” indetto da AIP LCM e La Lampada di Aladino.

Puoi seguirmi sui seguenti social:

Facebook: https://www.facebook.com/biologafornelli/

Instagram: @bionutrichef

Twitter: @bionutrichef

G+: https://plus.google.com/u/0/+MonicaMartinobionutrichef

LinkedIn: https://it.linkedin.com/in/monica-martino-7b283a79

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.