Tagliatelle colorate proteiche

Tagliatelle colorate proteiche, come trasformare una ricetta tradizionale in una che metta insieme gusto e salute… e un po’ di fantasia.

La pasta fatta in casa colorata è molto scenografica una volta presentata ai propri commensali, lasciandoli spesso senza parole.

Per colorare l’impasto si possono usare i coloranti alimentari, le verdure fresche o disidratate o in pasta, ma mai pensato ad utilizzare le farine di legumi?

Le farine di legumi si ottengono dall’essiccazione e successiva macinazione di ceci, fagioli, piselli, lenticchie, fave e lupini (quelle finora in commercio). Nutrizionalmente parlando, sono un ottimo concentrato di carboidrati, proteine e lipidi, fibre e vitamine e sali minerali variabili in base al tipo di legume macinato.

La giusta combinazione permette di ottenere della buona pasta fatta in casa, ricca di colore e di nutrienti.

Ingredienti per 4 persone:

  • Sfoglia color rosso:
    • 50 g di semola rimacinata di grano duro
    • 50 g di farina di lenticchie rosse decorticate
    • 5 mL di olio di semi di girasole alto oleico
    • Acqua a temperatura ambiente
  • Sfoglia colore gialla:
    • 50 g di semola rimacinata di grano duro
    • 50 g di farina di ceci
    • 5 mL di olio di semi di girasole alto oleico
    • Acqua a temperatura ambiente
  • Sfoglia coloreverde:
    • 50 g di semola rimacinata di grano duro
    • 50 g di farina di piselli verdi
    • 5 mL di olio di semi di girasole alto oleico
    • Acqua a temperatura ambiente

Procedimento:

Per tutti e tre i tipi di impasto si lavora alla stessa maniera:

  1. In una ciotola si mescolano le due farine in modo da creare un mix uniforme
  2. Il mix viene versato a fontana su una spianatoia e creato il classico cratere in mezzo, dove viene versato l’olio e una parte di acqua
  3. Con la forchetta si inizia a emulsionare e pian piano a raccogliere la farina (come per la classica sfoglia all’uovo) e al bisogno si versa a filo l’acqua
  4. Si impasta fino ad ottenere un panetto sodo e lavorabile e andrà messo a riposare, per almeno 30 minuti, coperto con pellicola alimentare 
  5. In seguito si tira la sfoglia e si ricavano le tagliatelle (oppure altri formati desiderati)
  6. Lessarle in acqua bollente salata e condirle come più aggrada
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.