Zuppa al cavolfiore

Zuppa al cavolfiore, un primo piatto buono sia caldo che a temperatura ambiente, utilizzando parti di una verdura che in genere vengono scartati diventando quindi anche una ricetta antispreco.

Il cavolfiore è un toccasana durante la stagione invernale per il suo buon contenuto in vitamina C, poco calorico e soprattutto, utilizzando le foglie e le altre parti più coriacee. un’ottima fonte di fibre.

Credits: www.pixabay.it

Tanti altre fibre e nutrienti li abbiamo se abbiniamo al cavolfiore un mix di cereali e legumi, come per esempio la Sfiziosa alla Toscana di Del Colle, fonte inoltre di proteine e fosforo.

Se vuoi conoscere altre ricette di zuppe e minestroni con le Sfiziose clicca qui.

Le zuppe fanno parte da sempre della nostra tradizione gastronomica. Con ingredienti poveri o arricchite con specialità tipiche del proprio territorio, scandiscono le stagioni con i loro profumi e sapori e per chi è attento alla linea il piatto unico ideale… un concentrato di benessere, in poche parole.

La zuppa al cavolfiore con la Sfiziosa alla Toscana è una ricetta molto semplice e pronta in poco tempo, da gustare a tavola ma anche sul divano mentre si guarda una serie tv nelle sere ancora un po’ fredde.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 confezione da 250 g di Sfiziosa alla Toscana Del Colle
  • foglie e parti più fibrose di 1-2 cavolfiori
  • brodo vegetale
  • 20 g di concentrato di pomodoro alle verdure

Procedimento:

  1. Lavare bene le parti di scarto del cavolfiore e tagliarle bene a pezzi piccoli in modo che si possano cuocere più velocemente.
  2. Portare a bollore il brodo vegetale (tenere sempre un po’ da parte se necessita del liquido da aggiungere) e cuocere gli scarti del cavolfiore fino a intenerimento (circa 15 minuti).
  3. 5 minuti prima di chiudere il fuoco aggiungere la Sfiziosa alla Toscana Del Colle, termonare la cottura, spegnere il fuoco e a coperchio chiuso aspettare altri 5 minuti. Se si vuole una zuppa più asciutta lasciare riposare anche 10-15 minuti.
  4. Servire la zuppa al cavolfiore calda oppure a temperatura ambiente.

In collaborazione con:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.