Spezzatino di soia, una bella sorpresa…

La curiosità è femmina e deve essere una costante per chi, come me, ha abbracciato per il resto della propria vita la scienza e le sue multiformi facce…
Comunque, giovedì vado in erboristeria a comprarmi il caffè al ginseng per moka biologico (finalmente!) ed esco da lì con pure una busta di spezzatino di soia… oggi l’ho provato a cucinare in umido con le verdure e… fatto come Dio comanda viene proprio da Dio (scusate il gioco di parole…) e questo è il risultato!

Il protocollo(per 1 persona):

  • 5-10 bocconcini di soia da idratare;
  • 3 cucchiai di piselli;
  • 2 carote;
  • 1/2 cipolla bianca;
  • 1 cucchiaio di dado vegetale autoprodotto;
  • panna di soia (Alpro Soya);
  • qualche pomodorino cherry;
  • concentrato di pomodoro;
  • olio e.v.o.

La procedura:

  1. Mettere in ammollo per 20 minuti in acqua i bocconcini di soia in modo che riprendano forma.
  2. In una pentolina far soffriggere la cipolla con un cucchiaio raso di olio e unire in seguito prima la carota fatta a pezzetti e poi lo spezzatino di soia (ben strizzato), facendo rosolare bene il tutto insieme al dado vegetale.
  3. Aggiungere i pomodorini a pezzetti e i piselli, in seguito un po’ d’acqua e il concentrato di pomodoro e far cuocere a fuoco lento finchè i piselli non si ammorbidiranno (lo spezzatino non ha bisogno di lunga cottura, deve solo insaporirsi bene).
  4. Poco prima di spegnere il fuoco aggiungere 1 cucchiaio di panna di soia, lasciar cuocere ancora un pochino amalgamando il tutto.
  5. Servire tiepido e… buon appetito!
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.