Sbriciolata ripiena senza glutine

Sbriciolata ripiena senza glutine, una torta che riprende la tradizione dolciaria delle zone in cui abito, con un fresco ripieno, ottima da gustare a temperatura ambiente che fresca di frigorifero.

La sbrisolona senza glutine l’avevo già proposta nel blog diverso tempo fa (qui il link) in abbinamento a una crema al torrone per riprendere il più possibile i gusti cremonesi legati a questa specialità.

Una sera ho voluto invece provare una frolla senza uova proposta dal sito di Benedetta Rossi (qui il link) ed essendo che è un periodo in cui faccio diversi esperimenti senza glutine per conoscere meglio i vari mix proposti in commercio ed arrivare a farne uno mio, volevo “sglutinare” la ricetta con farine naturalmente senza glutine. Il primo tentativo diciamo che è andato così così, l’impasto si formava ma tendeva a sbriciolarsi… e qui scatta l’idea di non buttare e reinventare. Pezzetto dopo pezzetto e con una farcitura fresca (e svuotafrigo) ho creato la Sbriciolata ripiena senza glutine, ottima sia a temperatura ambiente che servita fresca dopo una mezz’ora in frigorifero.

Ingredienti per una teglia da 26 cm di diametro:

  • 100 g di farina di riso integrale
  • 100 g di farina di riso
  • 50 g di farina bòna ticinese (da mais tostato)
  • 50 g di farina di lupini
  • 50 g di proteine vegetali neutre
  • 120 g di zucchero di canna grezzo extrafino
  • 150 g di yogurt greco bianco
  • 40 g di fecola di patate
  • 80 mL di olio di semi di girasole alto oleico
  • 8 g di lievito per dolci vanigliato
  • 20 mL + 20 mL di maraschino
  • 250 g di ricotta vaccina a basso contenuto di lattosio
  • 170 g di composta di amarene biologiche
  • zucchero a velo di canna q.b.
  • gelatina per dolci spray q.b.

Procedimento:

  1. In una ciotola capiente unire lo yogurt greco con la fecola di patate e con una piccola frusta mescolare per ottenere una crema omogenea. Questa base andà a sostituire le uova per chi non potesse consumarle.
  2. Sempre nella stessa ciotola unire l’olio, lo zucchero, 20 mL di maraschino e continuare a mescolare con la frusta.
  3. In una ciotola distinta mescolare le farine con il lievito e aggiungerne poco alla volta nella ciotola col resto degli ingredienti. Mescolare con una forchetta finché è possibile, poi continuare a lavorare con le mani per ottenere un panetto.
  4. Ungere con dello staccante per dolci una teglia per crostate dal diametro di 26 cm, prendere da metà del panetto di frolla pezzetti di impasto e distribuirli su tutta la superficie della teglia.
  5. In un’altra ciotola versare la ricotta e sbatterla energicamente con una frusta per renderla cremosa, aggiungere la composta di amarene e mescolare accuratamente.
  6. Versare sulla base di frolla la crema di ricotta e amarene, livellandola.
  7. Con il panetto di frolla avanzato prelevare pezzetti di impasto e distribuire su tutta la superficie coprendola completamente, sigillando i bordi con la base di frolla.
  8. Spruzzare sulla superficie la gelatina per dolci, così che le briciole di impasto rimangano adese tra loro.
  9. Infornare per 40 min in forno preriscaldato a 180°, modalità statica.
  10. Una volta cotta, sfornare la torta e lasciare raffreddare completamente prima di servirla, spolverandola con zucchero a velo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.