Pane di segale in cassetta

Archiviata momentaneamente la fase Lievito Madre (incidenti vari di percorso, in seguito mi avventurerò col licoli) non ho voluto comunque arrendermi all’idea di non panificare… nemmeno con l’estate in arrivo! Per ora ho riversato le mie forze sulle farine per la mdp che vendono al Lidl e che ho trovato eccezionali anche per l’impasto a mano (non avendo la mdp). Queste farine contengono già al loro interno il lievito madre (e qui mi risolvono un gran problema), sono ben dosate e soprattutto sono miscelate con farina di segale e comunque contengono una buona percentuale di farine integrali e quindi il mio pancino avrà meno traumi.

Fare un post sul pane in cassetta con le farine già pronte non è il massimo per un blog che loda l’autoproduzione ma il messaggio che voglio mandare è un altro… Oggi è la giornata mondiale contro lo spreco alimentare e quando si parla di cibo non si può scherzare, nemmeno su un blog, se poi è anche di cucina… Quando mi propongo di preparare dei lievitati salati ho preso l’abitudine a riutilizzare l’acqua di cottura della pasta o delle verdure che danno un sapore speciale oppure donano maggiore morbidità e sicuramente il mio risultato sarà arricchito da elementi nutrizionali che altrimenti andrebbero persi.

Comunque bando alle chiacchere e panifichiamo!

SAM_5130

Il protocollo:

  • 500 g di farina Rivercote integrale-segale con semi di girasole;
  • 300-350 mL di acqua di cottura di pasta o di verdure;
  • 1/2 cucchiaio di olio evo;
  • semi di sesamo o di girasole per guarnire;
  • strutto per ungere lo stampo.

La procedura:

  1. In una ciotola capiente (meglio acciaio) l’acqua e aggiungere un po’ per volta la farina in modo che si arrivi ad un impasto uniforme che si stacca dalle pareti.
  2. Aggiungere l’olio finendo di impastare.
  3. Coprire con pellicola alimentare e lasciare lievitare in forno spento preriscaldato (a 50°) per circa 45 min (anche 1 ora va bene).
  4. Riprendere l’impasto, spianarlo su un piano infarinato, fare le pieghe come per la pasta sfoglia e lavorarlo altri 5 min.
  5. Con lo strutto ungere uno stampo da plum-cake (io di silicone), metterci l’impasto, fare dei tagli sulla superficie e spargere i semi.
  6. Lasciare lievitare per altri 45-60 min, posizionando la teglia su cui è stato appoggiato lo stampo a metà altezza del forno.
  7. Portare la temperatura a 220 °C (per forno statico, 200 per forno ventilato) e cuocere per 60 min senza mai aprire il forno.
  8. Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.
Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Pane di segale in cassetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.