Il pane dell’Enrica… a modo mio

Santa la mia Enrica! Grazie a lei (e anche alle farine di farro e di kamut della Vivi verde Coop) posso finalmente panificare senza i grandi problemi riscontrati finora e quando ho sfornato il mio primo pane (meglio, panini) e vederlo simile a quello classico di frumento non ci volevo credere… morbido e profumatissimo, anche di più. Panificare vuol dire vivere! Grazie ancora Enrica per la tua ricetta… che ho un po’ smontato però sempre un’ottima base sulla quale lavorare. Questa ricetta rivisitata l’ho provata nella settimana in cui sono stata a casa nella verde pianura pontina e ho avuto l’opportunità di poter cuocere i miei panini al forno a legna… non c’è paragone e il risultato è solo da guardare a bocca aperta! Sono orgogliosa dei miei panini! 😀

Il protocollo:

  • 300 g di farina mista (150 g di farina di farro spelta e 150 g di farina di kamut);
  • 1/4 di panetto di lievito di birra;
  • una punta di cucchiaio di zucchero;
  • 10 g di sale iodato fino;
  • 10 g di strutto;
  • 1 cucchiaino d’olio evo;
  • acqua q.b. per impastare;
  • farina di mais.

La procedura:

  1. Sciogliere il lievito in un po’ di acqua tiepida con lo zucchero e lasciare riposare per circa 10-15 minuti, il tempo che faccia la sua schiuma.
  2. Nel frattempo in una ciotola capiente si mescolano le farine con il sale, si aggiunge lo strutto tagliato a pezzetti e si inizia ad impastare, si aggiunge poi l’olio a filo facendolo scorrere sulla parete della ciotola, il lievito (sempre impastando) ed infine l’acqua che serve ad ottenere un impasto morbido ma elastico e non bagnaticcio.
  3. Incidere con un coltello una croce sulla superficie del panetto, sigillare la ciotola con pellicola alimentare, coprire con un canovaccio e far lievitare il tutto per circa 1 ora in ambiente caldo (forno con microclima interno creato appositamente oppure fuori all’aria se è una bella giornata di sole e calda.
  4. Riprendere l’impasto, manipolarlo con energia per 5-10 min e dividerlo nel numero di panini che desidera oppure fare dei filoncini o una pagnotta… insomma, come detta la fantasia.
  5. Disporre i panini su una teglia rivestita di carta forno e spolverizzata con farina di mais e riporre a lievitare per un’altra ora abbondante in forno climatizzato.
  6. Infornare alla massima potenza del forno elettrico o a 250-300 nel forno a legna il tempo necessario che si cuocia e appaia il colorito dorato.
  7. Sfornare e lasciar raffreddare.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.