Orzotto primavera

Si deciderà ad arrivare la primavera? Non sta a noi saperlo ma… la voglia di mangiare più colorato, più verdure e quindi più leggero è proprio tanta… Ricordate il riso thai fatto tempo fa (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/primavera-thai-in-the-wok/)? Ebbene, ho voluto sostituire il riso con l’orzo perlato che, nonostante perda qualche nutriente durante la lavorazione, comunque sia ha un buon contenuto di sali minerali, vitamine e aminoacidi (se possibile utilizzare l’orzo integrale). Il risultato è stato ottimo e quindi passiamo ai fatti… la ricetta!

SAM_2243

Il protocollo:

  • 200 g di orzo perlato;
  • 200 g di misto verdure per minestrone surgelato (il mio 15 verdure);
  • qualche fettina di bambù già lessata;
  • una manciata di funghi champignon surgelati;
  • 2-3 cucchiai di mais dolce già lessato;
  • 100 g di prosciutto cotto senza glutine e senza lattosio (a listarelle o a dadini)
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • sale rosa dell’Himalaya q.b.;
  • panna di soia q.b.;
  • salsa tamari senza glutine.

La procedura:

  1. Nella wok cuocere le verdure surgelate tutte insieme facendole prima soffriggere leggermente con l’olio e il sale, poi aggiungere ogni tanto poca acqua per non lasciarle completamente asciutte; cuocere con il coperchio.
  2. Aggiungere il bambù e il mais e continuare a cuocere.
  3. A metà cottura aggiungere il prosciutto cotto per insaporire.
  4. Nle frattempo lessare l’orzo in acqua bollente salata e scolarlo al dente.
  5. Trasferire il riso nella wok con le verdure e saltarle insieme per altri 5 min, aggiungendo prima la  panna di soia e mantecare, poi  2 cucchiai di salsa tamari e mescolare ancora un pochino.
  6. Servire caldo e buon appetito!
Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Orzotto primavera

  1. Che buona idea! Da portare anche come pranzo a lavoro!
    Mi fa sempre piacere trovare ricette ” alternative” per chi può avere problemi con gli alimenti!

    Michela

    1. è un anno e più che ormai mangio quasi completamente alternativo e non tornerei più indietro… se ti va dai un’occhiata ad altre ricette, potresti trovare qualcosa di veramente interessante e particolare… grazie del tuo passaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.