L’oro di Amalfi

L’oro di Amalfi è una ricetta che vuole racchiudere in uno scrigno croccante tutti gli aromi dell’agrume simbolo della città campana, il limone.

Nonostante le origini inerte di questo agrume, sembrerebbe che i primi luoghi in cui sia cresciuto siano la Cina, la regione indiana dell’Assam e il nord della Birmania. Secondo alcuni studi, gli antichi Romani conoscevano già i limoni, come si può vedere dalle raffigurazioni di tali frutti in alcuni affreschi a Pompei. Intorno al 700 d.C. il limone si diffuse anche in Persia, Iraq e Egitto. Gli arabi inizialmente utilizzavano il limone come pianta ornamentale, mentre le prime coltivazioni di limoni in Europa si ebbero a Genova nella metà del XV secolo. In seguito, questi agrumi vennero introdotti in America da Cristoforo Colombo.

Nel XVIII secolo il medico scozzese James Lind consigliò l’utilizzo del succo di limone come cura contro lo scorbuto per il suo elevato contenuto in vitamina C, come si scoprì in seguito. Anche gli oli essenziali derivanti dalla loro buccia sono importanti e sono impiegati principalmente nell’industria alimentare per il suo potere aromatizzante ed in quella profumiera per la caratteristica nota di freschezza.

Proprio la buccia è la protagonista di questa ricetta, poichè si sfruttano gli oli essenziali per profumare sia il ripieno che il miele per aromatizzare il dolce finito.

Ingredienti per 9 fagottini:

  • 2 fogli di pasta fillo
  • 250 g di ricotta vaccina cremosa
  • 1 cucchiaio di miele di acacia
  • la scorza grattugiata di ½ limone biologico
  • latte q.b.

Per il miele aromatizzato al limone:

  • 2 cucchiai di miele
  • 2-3 zeste di limone biologico

Procedimento:

  1. Iniziare preparando il miele aromatizzato, inserendo in un vasetto di vetro le zeste di limone e il miele, chiudendo il vasetto non ermeticamente e riscaldandolo a bagnomaria per circa 10-15 minuti (l’acqua non deve bollire). Lasciare rafreddare completamente e poi chiudere il vasetto e riporlo in luogo fresco e asciutto.
  2. Per la farcitura, versare in una ciotola la ricotta, il miele e la scorza di limone e mescolare accuratamente con una frusta a mano.
  3. Stendere i due fogli di pasta fillo uno sopra l’altro, avendo precedentemente spennellato il foglio sottostante con del latte. Con una forbice da cucina ritagliare 9 quadrati. Su ogni quadrato disporre la farcia alla ricotta su un’estremità e chiudere il fagottino ripiegando la pasta prima sulle estremità laterali preventivamente bagnate con poco latte e poi rotolando, sigillando con altro latte l’estremità opposta. Questa operazione è indispensabile perché il ripieno deve restare sigillato all’interno dell’involtino.
  4. Una volta preparati tutti i fagottini, adagiarli su teglia rivestita di carta forno e cuocerli a 200°C in forno preriscaldato per circa 10-15 minuti, comunque a doratura.
  5. Servirli tiepidi o freddi, dressando con il miele aromatizzato al limone e qualche zesta di limone.
  6. Da accompagnare con un Sauvignon Blanc o un Prosecco.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.