Quinoa al profumo di tartufo con fonduta di Asiago e funghi porcini

L’Onu ha decretao che l’alimento principe del 2013 è la quinoa. Questo cereale-non cereale viene coltivato soprattutto sulle Ande, è una pianta della stessa famiglia delle barbabietole e degli spinaci di cui però si mangiano solo i chicchi, privati degli strati più esterni. E’ un alimento privo di glutine e soprattutto una miniera di nutrienti fondamentali per il nostro organismo, ovvero vitamine, minerali, proteine e fibre.

Il mio sacchetto di quinoa albergava nella mia dispensa da un bel po’ e non riuscivo mai a trovare il momento buono per provarla ma leggendo il ricettario “Chef Gluten Free” dello Chef Marco Scaglione (col quale ho cucinato insieme nella videoricetta dell’Amaranto caprese) ho avuto un’ispirazione e mi son data da fare… della quantità di quinoa che ho cotto, una parte è servita per questa ricetta e il resto per un’altra preparazione di cui parlerò in un prossimo post.

L’idea è questa…

SAM_3216

Il protocollo (per 1 persona):

  • ~50 g di quinoa;
  • ~50 g di Asiago DOP;
  • una manciata di funghi porcini surgelati tagliati a cubetti;
  • panna di soia per la fonduta e per i funghi;
  • olio evo al tartufo nero spray;
  • olio evo;
  • aglio granulare, prezzemolo, pepe e sale q.b.

La procedura:

  1. Lessare la quinoa in acqua salata come segnalato dalla confezione, scolare e lasciar raffreddare.
  2. Condire la quinoa con l’olio al tartufo spray.
  3. Prendere un coppapasta abbastanza grande e poggiarlo al centro del piatto di portata; con un cucchiaino riempire l’interno del coppapasta con la quinoa pressandola bene e riporre in frigorifero per almeno 3-4 ore.
  4. Riprendere la quinoa e lasciarla a temperatura ambiente.
  5. Nel frattempo preparare i funghi porcini cuocendoli direttamente surgelati con aglio, prezzemolo, sale e olio evo ed infine aggiungendo un paio di cucchiaini di panna di soia per donare una consistenza cremosa.
  6. A bagnomaria sciogliere l’Asiago tagliato a dadini, aggiungendo durante la fusione una spolverata di pepe (mix alla creola) e della panna di soia per aiutare nella cremosità della fonduta.
  7. Per la preparazione finale sfilare il coppapasta e mettere a scaldare per 5 min in forno o 1 min in microonde il tortino di quinoa.
  8. Far colare la fonduta sul tortino, disporre i funghi a fantasia, decorare con una spolveratina di prezzemolo e servire caldo.
  9. Buon appetito!

SAM_3206SAM_3207SAM_3218SAM_3215

Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Quinoa al profumo di tartufo con fonduta di Asiago e funghi porcini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.