Metti un gruppo di lettura a cena…

Il gruppo di lettura della biblioteca di Fiorenzuola, al quale io appartengo, lo scorso 26 marzo ha organizzato una cena conviviale a casa di uno dei membri, dove sono state proposte vivande per il 70% a carattere vegetariano/vegano ed il restante per onnivori, per accontentare un po’ tutti gli ospiti. La cena è stata servita in modalità finger-food e comunque riuniti tutti insieme intorno al tavolo, in modo che ogni commensale avesse modo servirsi comodamente, assaggiare e saziarsi senza comunque appesantirsi lo stomaco.

SAM_2412

In questo contesto analizziamo alcuni tra gli ingredienti che sono stati utilizzati per preparare le varie pietanze servite.

– Bruschettine di kamut con zucchine trifolate e frullate/misto funghi (champignon e porcini) con panna di riso/prosciutto crudo di Parma; piadine di kamut ripiene di pomodoro e Philadelphia/broccoletti pugliesi e Philadelphia; schiacciata di kamut alle erbe; torta di mele di kamut. Per alcune pietanze possono essere seguite queste ricette: Il pane dell’Enrica (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/pane-di-kamut-farro/) e la Piada truccata (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/piada-truccata/).

  • Il grano khorasan Kamut, rispetto al frumento, ha un maggior contenuto in proteine e sali minerali come selenio, zinco e magnesio; possiede anche un’elevata percentuale di lipidi (i quali producono più energia dei carboidrati), tanto da essere definito un cereale molto energetico. Essendo un cereale con glutine (nonostante il basso contenuto), non è adatto per chi soffre di morbo celiaco.

– Biscottini salati in pasta brisèe di farro con ripieno di wurstel/provolone dolce. Per la ricetta, seguire le indicazioni dei Biscottini salati ripieni (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/biscottini-salati-ripieni/)

  • Il grano farro, sicuramente tra i grani più antichi, è presente sulle tavole italiane  in tre varietà (comune, piccolo e grande) e tra le proprietà nutritive riscontriamo la presenza di fosforo, potassio e magnesio tra i sali minerali; è ricco di vitamine A, B2 e B3 ed aminoacidi essenziali ed inoltre fornisce un ottimo apporto di proteine e lipidi, risultando essere un cereale energetico e saziante consigliato nelle diete dimagranti. Per le sue proprietà lassative, è un ottimo alleato nella prevenzione dei carcinomi all’apparato intestinale ed è anche consigliato per chi soffre di gastrite. Essendo un cereale che contiene glutine, non è adatto per i celiaci.

– Tofu in pastella di farina di ceci con pepe bianco e impanato con farina di mais tostata e timo. Per la ricetta, seguire i procedimenti suggeriti nei Tofritti (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/tofritti/).

  • Il tofu, il quale non è altro che latte di soia cagliato, al naturale è insapore e necessita di essere accompagnato con condimenti/alimenti più saporiti e la sua caratteristica lo rende adatto ad essere utilizzato sia in preparazioni dolci che salate; è un’ottima fonte di proteine ma un consumo eccessivo può avere un effetto negativo sull’assorbimento dei sali minerali a causa della presenza di acido fitico (anti-nutriente) e, per la presenza di allergeni contenuti nella soia, c’è un forte rischio di reazioni crociate con altri cibi (specialmente di produzione industriale).

– Maionese vegan di mais. Per la ricetta, devo sentire l’Enrica 🙂

  • Il mais è un cereale ricco di amido e contiene proteine vegetali non adatte alla panificazione, ovvero glutine, quindi è adatto per l’alimentazione dei celiaci; dal suo germe si estrae l’olio che ha un elevato contenuto in acido linoleico (un acido grasso essenziale) ed è raccomandato per chi ha problemi di colesterolo o di placche aterosclerotiche ed in genere questo olio è arricchito di vitamina E come antiossidante per preservare l’attività dell’acido grasso.

– Bauletti di mozzarella e crudo/foglie di porro. Per provare a fare questi bocconcini sfiziosi, seguire le indicazioni di questa ricetta (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/bauletti-crudo-e-mozzarella/).

  • La mozzarella viene prodotta con il latte intero (che sia di bufala o di mucca, la seconda nel nostro caso) e contiene vitamine A, B1, B2 e B3 ferro, calcio , fosforo, sodio e potassio.

– Semi oleosi e frutta secchi (anacardi, noci, pistacchi, banana).

  • I semi oleosi hanno sia una funzione nutritiva che medicamentosa, in quanto sono una importante fonte di proteine vegetali, donano un senso di sazietà e in molti casi hanno una funzione protettiva nei confronti dell’apparato cardiocircolatorio; essendo altamente calorici, bisogna consumarne in quantità non esagerate.

– Muffin vegani con farina di riso, carota e pera. La ricetta di base per questi muffin la trovate qui (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/muffinveg/).

  • Il riso, cereale senza glutine, è una delle principali fonti di alimento per chi soffre di celiachia; alimento per eccellenza nell’Asia orientale, in Italia è caratteristico della zona padana. Ha un buon quantitativo di proteine (anche se inferiore rispetto a quelle della pasta) complete dal punto di vista biologico, in vitamine (anche se la brillatura fa scendere quello in vitamine B), poco sodio ed elevato in potassio.

– Pop corn cake con glassa di cacao fondente al 52%. Ecco la ricetta (http://blog.giallozafferano.it/bionutrichef/popcorn-cake/).

  • Il cacao è un alimento cosiddetto “nervino” per il suo contenuto in teobromina (derivato della caffeina) che in dosi moderate è un ottimo coadiuvante nello stress; nutrizionalmente parlando ha un discreto contenuto in vitamine A e B, da un buon apporto di ferro, calcio, fosforo ed elevato in sodio e potassio.  Viene controindicato per chi ha problemi di calcolosi ossalica renale per il suo contenuto in acido ossalico.

Comunque sia, ci siamo davvero divertiti tantissimo, oltretutto perchè oltre ad essere stata una cena conviviale, abbiamo anche avuto modo di confrontarci su tante tematiche come in fondo facciamo sempre durante le nostre riunioni settimanali ma… davanti a del buon cibo, cucinato in modo salutare e con amore, si ragiona anche meglio! Enjoy us!

SAM_2413SAM_2414734440_4700248791787_1594169572_n

Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Metti un gruppo di lettura a cena…

  1. Splendida cena, quante buone ricette, me ne sono presa qualcuna, attendo anche la ricetta della maionese, grazie!!

  2. Bellissima cena… complimenti… e mi piace pure il contesto… purtroppo però non va bene per il contest… non c’è nulla che possa richiamare ad esempio la lettura o i libri… mi spiace… però complimentissimi lo stesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.