Galatea, buona naturalmente

Da quando ho immerso la testa sempre di più nel mondo del “food&beverage”, mi piace scoprire e conoscere quel che c’è dietro ad un prodotto finito. Forse è per deformazione professionale (noi scienziati curiosi!!!), ma per arrivare a un pacco di pasta, una forma di Parmigiano Reggiano, una bottiglia di Amarone della Valpolicella… insomma, a quei prodotti che fanno parte della nostra alimentazione quotidiana dietro ci sono tre elementi fondamentali: ingredienti, attrezzature e persone.

Sigep 2018 è stata una delle tante occasioni in cui, tempo e disponibilità permettendo, riesco a interfacciarmi con le aziende di mio interesse. Con Gelinova Group SRL, che gestisce il marchio Galatea, e soprattutto con la sua Responsabile Marketing e Comunicazione, Teresa Silvestri, ho avuto modo di approfondire un settore che a me era ancora poco noto e quindi interessante da scoprire ovvero il mondo della gelateria.

Teresa ama la sua azienda e riesce a coinvolgere quando la racconta. Mi parla dei valori etici che guidano le scelte imprenditoriali come quella di creare dei semilavorati puntanto alla materia prima di qualità ed escludendo quegli ingredienti che con l’aggettivo naturale hanno ben poco a che vedere, delle certificazioni e della tracciabilità della filiera di lavorazione tutta italiana.

La nostra conversazione poi continua su due punti importanti, soprattutto per chi come me e moltissime persone sono attente alla propria alimentazione: le linee biologica e vegan, quindi la possibilità di poter mangiare un gelato che rispetti la natura e che sia adatto per chi soffre di intolleranze alimentari o più semplicemente preferisce una dieta senza derivati di origine animale. Due esempi sono i gusti Spirulì, il gelato azzurro agli estratti di spirulina (contenenti aminoacidi essenziali, vitamine e minerali) adorato soprattutto dai bambini, e Piementina, la novità tutta naturale in sapore, colore e componentui 100% vegetali con menta piemontina, presentata per Sigep e ben apprezzata.

Per conoscere meglio le qualità di Galatea, invito a visitare il sito a questo link, dove è possibile scoprire quali gelaterie hanno aderito al progetto del buon gelato artigianale, in Italia e anche all’estero.

L’augurio che posso fare a Galatea è di perseverare nella sua linea imprenditoriale, in un tempo in cui il consumatore è diventato esigente e attento a ciò che mangia, come giusto che sia.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.