Acciuleddi, il fritto del carnevale in Sardegna

Gli acciuleddi sono dei dolcetti tipici sardi, a forma di treccina, preparati soprattutto nel gallurese. Un tempo erano i dolci del Carnevale ma oggi, per la loro bontà, vengono prodotti tutto l’anno.

L’impasto ha pochi ingredienti e nella sua semplicità che riesce a conquistare il palato di bambini e adulti. In questa ricetta verrà proposta sia la versione classica che una senza glutine, per poter accontentare tutti.

Ingredienti per circa 12-15 pezzi:

per la ricetta classica

  • 200 g di farina (o semola rimacinata) di grano duro
  • 1 uovo
  • 50 g di strutto
  • 20 g di zucchero
  • Latte o acqua q.b (se necessario)
  • Miele all’arancia q.b.
  • Olio di arachidi per friggere

per la ricetta senza glutine

  • 200 g di mix per impasti lievitati (Glutafin)
  • 1 uovo
  • 50 g di strutto
  • 10 g di zucchero
  • Miele all’arancia q.b.
  • Olio di arachidi per friggere

Preparazione:

  1. In una scodella capiente versare la farina a fontana con lo zucchero e nel centro rompere l’uovo. Con una forchetta iniziare a sbattere l’uovo ed incorporare le polveri, in seguito aggiungere lo strutto fuso a bagnomaria e impastare. Se necessario aggiungere latte o acqua (non nella versione senza glutine).
  2. Una volta ottenuto un panetto liscio e compatto, tagliarlo in pezzetti e ottenere dei cordoncini lunghi circa 10-15 cm dello spessore di una matita. Questi cordoncini vengono poi piegati in due, intrecciati e uniti alle estremità a formare delle matassine.
  3. Friggere gli acciuleddi nell’olio ben caldo e lasciarli raffreddare su carta assorbente per far anche perdere l’unto in eccesso.
  4. In un pentolino scaldare il miele all’arancia e immergere gli acciuleddi facendoli ben glassare.
  5. Servirli una volta ben raffreddati.
Acciuleddi senza glutine
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.