Vellutata di asparagi

Gli asparagi hanno una loro eleganza in qualunque modo tu li faccia e stanno bene con tutto… mi manca solo da assaggiare il gelato, che qui nel piacentino è facile trovare. Stasera mi sono ingegnata a preparare 2 modi diversi di presentare gli asparagi, in una ricetta tradizionale (rivisitata in chiave vegana) e in una composizione personale.

Iniziamo con la ricetta tradizionale, la vellutata di asparagi.

SAM_4133

Il protocollo (per 1 persona):

  • 100 mL di besciamella vegana (latte di soia + farina di riso q.b.);
  • 1 asparago bianco e 2 asparagi verdi;
  • brodo vegetale (acqua di cottura degli asparagi + dado vegetale);
  • 1 cucchiaio di panna di soia;
  • olio evo spray;
  • lamelle di mandorla.

La procedura:

  1. Lavare e mondare gli asparagi, sbollentarli in acqua bollente il tempo che si ammorbidiscano.
  2. Mettere a raffreddare gli asparagi e riutilizzare l’acqua di cottura per preparare il brodo vegetale con il dado autoprodotto.
  3. Tagliare a pezzi gli asparagi (conservando le punte) e tuffarli nel brodo vegetale per una decina di minuti.
  4. Spegnere il fuoco e col minipimer frullare il più possibile.
  5. Riaccendere il fuoco e addensare il liquido con la besciamella.
  6. Aggiungere la panna di soia e mescolare.
  7. Versare la vellutata in una coppetta, decorare con una spruzzata di olio evo, le punte degli asparagi e una manciata di lamelle di mandorla.
  8. Servire a temperatura ambiente.

 

Print Friendly, PDF & Email

0 pensieri su “Vellutata di asparagi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.