Margarina cremosa

Sono sempre stata molto diffidente (da prima che intraprendessi la professione di nutrizionista) nei confronti della margarina… negli ingredienti troppi elementi sinceramente non servono o addirittura che non c’entrano nulla (capitano anche dei derivati del latte, incredibile ma vero!). Essendo che mi entusiasma voler provare a fare latticini sia di origine vegetale che animale, questa volta mi son voluta cimentare nella preparazione proprio della margarina, seguendo la ricetta dell’amica e collega blogger Vicky (http://blog.giallozafferano.it/vickyart/margarina-fatta-in-casa-ricetta-facile-e-veloce/) raddoppiando solo le dosi (me ne serviva di più). La consistenza si presenta cremosa e sinceramente non mi è dispiaciuto affatto, anzi… mi ha agevolato la preparazione di qualche manicaretto in questo modo.

SAM_2410

Il protocollo:

  • 20 g di lecitina di soia;
  • 40 g di acqua;
  • 140 g di olio di semi di soia;
  • 60 g di acqua.

La procedura:

  1. In un contenitore mettere in ammollo la lecitina di soia in acqua in modo che diventi più solubile durante la lavorazione.
  2. Frullare con un miscelatore da cappuccino il liquido, aggiungere l’olio e miscelare bene e lasciar riposare in frigorifero per 10 min.
  3. Riprendere l’emulsione, aggiungere a filo l’acqua mentre si frulla col minipimer rendendola il più cremosa possibile.
  4. Versare la margarina in un contenitore a chiusura ermetica e riporre in frigo.
  5. Può essere utilizzata entro 7 giorni dalla preparazione, quindi segnatevi il giorno in cui la farete.
Print Friendly, PDF & Email

5 pensieri su “Margarina cremosa

  1. ecco infatti la consistenza cremosa è quella che piace anche a me, perfetta per i dolci, non amo sciogliere il burro, non lo faccio mai, in questo modo nn solo lo eviti del tutto ma hai la giusta morbidezza al momento giusto 🙂

    1. a me è stata utile sia nel preparare dei muffin vegani che son venuti molto morbidi ma anche nella preparazione di biscottini salati in pasta brisee, ho fatto prima e l’impasto si stendeva anche meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.