Cous cous di mais e insalata caprese

Il cous cous di mais (qui un’altra ricetta in cui l’ho utilizzato) vuole essere un’alternativa senza glutine al classico cous cous ben noto nella cultura del medioriente. Piatto emblematico della cucina araba, il cous cous si prepara con semola di grano selezionata appositamente per questa preparazione. Anche nella gastronomia italiana tradizionale il cous cous ha un posto di rilievo, basta scendere nel territorio trapanese dove ricette a base di cous cous e pesce sono tra le più rappresentative ed ogni anno la città di San Vito Lo Capo diventa il fulcro dove si raccolgono gli appassionati di queste preparazioni.

La mia versione gluten free è una sperimentazione nata dall’esigenza di sfruttare la farina di mais anche d’estate in modo creativo e diverso dai classici utilizzi di questo ingrediente. Grazie anche ad un suggerimento letto sul blog di cucina mediorientale Labna, ho potuto ottenere un cous cous di mais in maniera più semplice. Per accompagnare, una caprese di pomodorini pachino e sfilacci di mozzarella esaltata da gocce di Feudotto Dop Val di Mazara, un mix di profumi e sapori grazie alla sapiente miscelazione di cultivar Nocellara, Cerasuola e Biancolilla. Un modo per portare in tavola un pezzo di Sicilia e farsi sedurre dal suo fascino di secoli di storia e cultura.

In questa ricetta la farina di mais utilizzata è dell’Azienda Del Colle di Bientina (PI).

Ingredienti per 4 persone:

-per il cous cous di mais:

  • 1 bicchiere di farina di mais integrale toscana Del Colle
  • 1 bicchiere di acqua
  • olio di colza o di girasole
  • sale integrale q.b.

-per la caprese:

  • 250 g di pomodorini di Pachino IGP
  • 200 g di sfilacci di mozzarella vaccina
  • Feudotto Olio extravergine di oliva Dop Val di Mazara
  • Origano q.b.
  • Sale integrale q.b.

Preparazione:

Si inizia preparando il cous cous di mais seguendo questa procedura: in una ciotola capiente unire la farina di mais integrale e 3 cucchiai di olio di semi e mescolare bene in modo che la farina venga unta completamente. In una casseruola antiaderente portare a bollore l’acqua insieme al sale e 1 cucchiaio di olio di semi e tuffare a pioggia la farina di mais preparata. Rimescolare bene e poi far cuocere per 20-25 minuti  con coperchio senza più rimestare.

Nel frattempo si lavano e tagliano a pezzetti i pomodorini, condendoli con olio, sale e origano e si lascia marinare. Si prendono gli sfilacci di mozzarella e si lascia sgocciolare la propria acqua in un colino.

In seguito trasferire in una ciotola la farina di mais cotta e con una forchetta (ed eventualmente poco altro olio di semi) sgranare fino ad ottenere una massa soffice di granelli simili al cous cous.

Per impiattare si può utilizzare un coppa pasta per dare una forma regolare alla preparazione ma non è strettamente necessario, comunque il cous cous farà da letto per accogliere i pomodorini di Pachino e gli sfilacci di mozzarella. Un ultimo filo di olio per completare e servire iltutto a temperatura ambiente.

Da abbinare a un Alcamo Bianco o un Pinot grigio trevigiano.

Trovate la ricetta anche nel blog di Qui da Noi a questo link

In collaborazione con

                                                                                                                                                                                                                    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *